Smiling e Interno Verde

Quest’anno la nostra scuola di Corso Porta Mare 117 sarà uno dei bellissimi giardini che sarà possibile visitare nelle giornate di Interno Verde, l’evento che i prossimi 12 e 13 maggio aprirà le porte di corti e giardini, rendendo visitabili gioielli nascosti tra le mura della città.

L’ingresso sarà possibile nelle giornate di
sabato 12 e domenica 13 maggio
dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:30

Per accedere è necessario iscriversi al festival, è possibile farlo presso l’infopoint di via Boccacanale di S. Stefano 13, durante i giorni del festival.

Per maggiori informazioni, visitate il sito: www.internoverde.it
oppure scrivete a: info@internoverde.it

Eleganti corti rinascimentali, orti medievali nascosti da alti muri di cinta, piccole oasi fiorite di tranquillità e pace domestica, geometrie zen e labirinti di siepi, magnifici alberi secolari e arboreti insospettabili, celati alla vista dei passanti dalle facciate degli antichi palazzi: Ferrara custodisce gelosamente, all’interno del proprio centro storico, uno spettacolare patrimonio di giardini privati. Un patrimonio che eccezionalmente, grazie alla manifestazione Interno Verde, si metterà a disposizione della collettività: ferraresi e turisti sabato 12 e domenica 13 maggio potranno esplorare più di cinquanta giardini privati, gentilmente aperti dai loro proprietari. Isole segrete ricche di suggestioni e ricordi, attraverso i quali è possibile leggere la storia, i cambiamenti e i vissuti della città.

L’associazione Ilturco, che ha ideato e curato l’iniziativa, ha raccolto la disponibilità di famiglie, istituzioni, circoli e attività commerciali, che per un weekend apriranno porte e portoni, permettendo a chi vorrà partecipare all’evento di esplorare il capoluogo estense in modo originale e inedito. Un’occasione unica per scoprire dietro il rosso dei tipici mattoni ferraresi un’anima verde tanto ricca quanto capillarmente diffusa. L’obiettivo degli organizzatori è sensibilizzare i visitatori al rispetto e alla valorizzazione del verde, fornire alla comunità una chiave per interpretare più profondamente il senso dello spazio che si attraversa, sollecitare anche nei confronti degli ospiti provenienti da altre città una più completa comprensione del passato e maggiore consapevolezza della ricchezza presente, che necessità di essere tutelata e promossa. Per questo ogni giardino sarà accompagnato da informazioni di carattere botanico, storico e architettonico, che durante i due giorni saranno a disposizione online oltre che presso i luoghi coinvolti. Le stesse schede, corredate di fotografie, saranno raccolte in un volume a colori che verrà regalato ai partecipanti che decideranno di prenotare la propria visita alla manifestazione – a fronte di un contributo per l’iscrizione di 10 euro. Tante altre iniziative collaterali saranno organizzate durante il weekend, in collaborazione con le associazioni e gli operatori culturali del territorio: gite fluviali per scoprire i giardini affacciati sul Po di Primaro, letture, mostre di fotografia e di illustrazione, performance artistiche, rappresentazione teatrali, momenti musicali, proiezioni e incontri a tema, laboratori per bambini.